Statuto - Nuovo Progetto

Email: perlacittachevorrei@virgilio.it
Vai ai contenuti

Statuto

 
 STATUTO ASSOCIAZIONE DUEPPIU’ PER LA CITTA’ CHE VORREI                                                                        
Art. 1  Dichiarazione Costitutiva     
   E' costituita in data 15 Marzo 2006 un' Associazione Musicale no profit, denominata Dueppiù con sede in Siracusa (SR) alla via Cassaro,29 In seguito si farà riferimento ad essa indicandola brevemente con il termine Associazione. L'eventuale cambio di indirizzo o di sede nell'ambito dello stesso Comune non comporterà alcuna variazione nè allo statuto nè ai regolamenti interni.L'Associazione ha durata illimitata.
Art. 2 Scopi e Finalità
L'associazione, quale Ente del Terzo Settore, iscritto nell'apposito R.U.N.T.S. per il perseguimento senza fine di lucro di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale con particolare e prioritaria attenzione ai minori di età, può svolgere in forma di azione volontaria o erogazione gratuita di danaro, beni o servizi, o di mutualità o di scambio di beni e servizi e con l'azione gratuita dei  propri soci le attività indicate al seguente punto 1.5, in coerenza con le previsioni del codice del Terzo Settore (D. Lgs 117/2017 e ss.mm.ii.)
   L' Associazione, democratica, non persegue, come  scopo istituzionale, alcuna finalità lucrativa. Essa intende promuovere, sviluppare e diffondere la cultura  nei settori del turismo, dell'arte e dello spettacolo, che soddisfino le aspirazioni proprie dei Soci. Per la realizzazione di quanto suesposto l'Associazione si prefigge la qualificazione, il miglioramento professionale, sociale ed artistico dei Soci e dell'ambito territoriale in cui svolgerà le proprie attività. In particolare rivolgerà le proprie specifiche competenze ai campi della cultura, dello spettacolo, del turismo, dell'animazione, della comunicazione, del recupero e salvaguardia delle tradizioni e dell'arte in generale; favorendo la diffusione della cultura nei suoi aspetti scientifici, umanistici, giuridici, sociali e politico-economici.                     
Per il conseguimento degli scopi statutari l'Associazione si propone di :                                                  
- 1) favorire e organizzare progetti di studio e di ricerca, attività editoriali e formative, convegni, seminari ed altre forme di comunicazione pubblica, dibattiti su internet diffusione della cultura e della pratica del volontariato, e delle attività di interesse generale di cui all'art.5 decreto legislativo 117/2017;
- 2) attività ricreative, escursioni e visite guidate, collaborazioni con enti pubblici e privati, sinergie programmatiche con associazioni e comitati culturali.
- 3) Interventi servizi finalizzati alla salvaguardia e al miglioramento delle condizioni dell'ambiente e all'utilizzazione accorta e razionale delle risorse naturali con esclusione de/l'attività, esercitata abitualmente, di raccolte e riciclaggio dei rifiuti urbani, speciali e pericolosi;
- 4) Interventi di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale e del paesaggio;
- 5) Formazione universitaria e post universitaria;
- 6) Ricerca scientifica di particolare valore sociale;
- 7) svolgere attività editoriale, curando la creazione di siti internet, la pubblicazione e diffusione gratuita di periodici, riviste, giornali, materiale fonografico, informatico ed audiovisivo, per la diffusione e divulgazione delle  attività dell'Associazione;                                                                                                     
- 8) attivare iniziative musicali e culturali, anche in collaborazioni con altri Enti,
Associazioni e/o Scuole, nella sfera dell'aggregazione sociale e del tempo libero, per la promozione della persona e della qualità della vita; organizzare manifestazioni musicali e culturali per le scuole, per gli anziani e per le associazioni di volontariato operanti nella sfera dell'emarginazione, del disadattamento e dell'handicap;                                                                                                   
- 9) ingaggiare, assumere e/o scritturare artisti, conferenzieri, esperti o altro personale specializzato estraneo all'Associazione per il compimento degli obiettivi statutari;                                           
- 10) offrire un punto di riferimento orientativo e di consulenza per gli studenti di musica e per tutti gli appassionati, anche attraverso la gestione di Teatri, Musei,Biblioteche e/o Fonoteche;             
- 11) avviare ricerche di storia locale, salvaguardia del patrimonio etnico, riscoperta di musicisti e poeti del passato pubblicandone documenti originali e spartiti della propria produzione artistica, compiere studi ed analisi, anche con eventuali rilevamenti statistici, sulle consuetudini musicali di ieri e di oggi senza limiti territoriali;                                                                                            
- 12) svolgere qualsiasi altra attività o servizio che si rivelasse utile a promuovere e a diffondere la conoscenza della cultura musicale e degli Artisti/Soci; A tal proposito saranno stipulate convenzioni con studi di registrazione, promoter, agenzie di spettacolo,agenzie di grafica e di immagine, associazioni di settore nonché service audio-luci a supporto delle attività proprie onde offrire ai Soci, proficue opportunità e facilitazioni per l'espletamento dell'attività artistica;             
- 13) promuovere ed organizzare Corsi di Aggiornamento per docenti di scuole di ogni ordine e grado.                                                                                                                                        
- 14) Radiodiffusione sonora a carattere comunitario di contenuti a valenza culturale;
- 15) Organizzazione e gestione di attività turistiche di Interesse culturale, sociale o religioso;
- 16) Formazione extra scolastica, finalizzata alla prevenzione della dispersione scolastica e al successo scolastico e formativo, alla prevenzione del bullismo e al contrasto della povertà educativa;
- 17) Servizi strumentali ad enti del Terzo settore in misura non inferiore al settanta per cento da enti del terzo settore;
- 18) Cooperazione allo sviluppo dei Paesi sottosviluppati;
- 19) Attività commerciali, produttive, di educazione e informazione, di promozione, di rappresentanza, di concessione di licenza di marchi di certificazione, svolte nell'ambito o a favore delle filiere del commercio equo e solidale, da intendersi come rapporto commerciale con un produttore operante in un'area economica svantaggiata, situata, di norma, in un Paese in via di sviluppo, sulla base di un accordo di lunga durata finalizzato a promuovere l'accesso del produttore al mercato e che preveda Il pagamento di un prezzo equo, misure di sviluppo in favore del produttore e l'obbligo del produttore di garantire condizioni di lavoro sicure, nel rispetto delle normative nazionali e internazionali, in modo da permettere ai lavoratori di condurre una esistenza libera e dignitosa, e di rispettare i diritti sindacali,  nonché di impegnarsi per il contrasto del lavoro infantile;
- 20) Interventi servizi finalizzati alla salvaguardia e al miglioramento delle condizioni dell'ambiente e all'utilizzazione accorta e razionale delle risorse naturali con esclusione de/l'attività, esercitata abitualmente, di raccolte e riciclaggio dei rifiuti urbani, speciali e pericolosi;
- 21) Alloggio sociale nonché ogni altra attività di carattere residenziale temporaneo diretta a soddisfare bisogni sociali, sanitari, culturali, formativi o lavorativi;
- 22) Accoglienza umanitaria ed integrazione sociale dei migranti;
- 23) Agricoltura sociale;
- 24) Organizzazione e gestione di attività sportive dilettantistiche;
- 25) Beneficienza, sostegno a distanza, cessione gratuita di alimenti o prodotti o erogazione di denaro, beni o servizi a sostegno di persone svantaggiate o di attività di interesse generale a norma dell'art.5 decreto legislativo 117/2017;
- 26) Promozione della cultura della legalità, della pace tra i popoli, della non violenza e della difesa non armata
- 27) Promozione e tutela dei diritti umani, civili sociali e politici, nonché dei diritti dei consumatori e degli utenti delle attività di Interesse generale di cui all'art. 5 decreto legislativo 117/2017, promozione delle pari opportunità e delle iniziative di aiuto reciproco, incluse le banche di tempi e i gruppi di acquisto solidale;
- 28) Cura di procedure di adozione internazionale;
- 29) Protezione civile e interventi di aiuto a popolazioni colpite da calamità naturali;
- 30) Riqualificazione di beni pubblici inutilizzati o di beni confiscati alla criminalità organizzata.
- 31) L'attività dell’associazione è svolta attraverso i volontari che operano in modo personale, spontaneo, gratuito, senza fini di lucro e per fini di solidarietà.
Tutte le attività sopra riportate saranno esercitate nel pieno rispetto di tutte le norme di legge vigenti al momento della loro attuazione, sia quelle speciali delle singole materie, sia quelle che in particolare regolano le attività degli Enti del Terzo Settore.  
Art. 3 I Soci                                                                                                                        
Sono Soci tutte le persone maggiorenni che, per interesse culturale ovvero per interessi professionali e/o di studi, vogliono aderire alle attività dell'Associazione. e che, avendone fatta richiesta, ne ottengano l'ammissione dal Consiglio Direttivo.  La domanda, su moduli prestampati da ritirare presso la Sede, sarà indirizzata al Presidente e deve indicare, oltre i dati anagrafici e fiscali, l'accettazione dello Statuto e degli organi di rappresentanza sociali.
   L'appartenenza all'Associazione ha carattere libero e volontario, ma impegna gli aderenti al rispetto delle decisioni prese dai suoi Organi Sociali, secondo le competenze statutarie,a ad un comportamento corretto sia nelle relazioni interne verso gli altri Soci che con i terzi.                     I Soci si dividono in ordinari, sostenitori e onorari.                                                                    Soci Ordinari sono coloro, che a domanda, avendone i requisiti, chiedono di far parte dell'Associazione. La partecipazione dei Soci all'elaborazione ed alla gestione dei programmi e delle attività è considerata prerogativa sostanziale e inalienabile di ciascun socio oltrechè garanzia di democrazia per il buon funzionamento dell'Associazione.
   I Soci devono accettare integralmente le norme statutarie e regolamentari dell'Associazione e sono tenuti al pagamento di una quota associativa annuale, il cui importo è fissato annualmente dal Consiglio Direttivo. Tutti i Soci Ordinari hanno diritto di voto per l'approvazione del bilancio, le
modifiche statutarie e dei regolamenti interni ed partecipano all'elettorato attivo e passivo per la nomina del Consiglio Direttivo. Soci Ordinari sono anche i Soci Fondatori.                                                        Soci Sostenitori sono coloro che versano una quota associativa mensile o annuale a titolo di contributo volontario, anche per usufruire di particolari servizi resi dall'Associazione. Chiedono l'adesione alle attività dell'Associazione e partecipano alla vita sociale senza diritto di voto.
Soci Onorari  sono persone, Enti o Istituzioni distintisi per la loro opera di salvaguardia, proposizione, e divulgazione della cultura, ed insigniti di tale carica su proposta unanime del Consiglio Direttivo o  dell'Assemblea dei Soci. Hanno funzione simbolica e di rappresentanza, possono partecipare alla vita sociale senza diritto di voto.
   Nessuna limitazione è posta al numero dei soci, possono aderire tutti i cittadini maggiorenni di ambo i sessi, senza limiti d'età e di nazionalità.
   L'Associazione fornirà a tutti i soci una tessera sociale che avrà la validità di un anno.
   La qualifica di socio si perde per i seguenti motivi:
- 1) dimissioni scritte, motivate, indirizzate al Consiglio Direttivo;
- 2) mancato versamento della quota associativa annuale malgrado invito formale da parte del Consiglio Direttivo;
- 3) allontanamento a seguito di gravi motivi riconosciuti dal Consiglio Direttivo e, in caso di appello, dall'Assemblea che decide in via definitiva;
- 4) inadempienza o disinteresse verso l'attività sociale.
    In casi particolarmente gravi e motivati,  il Consiglio Direttivo potrà negare il rinnovo della tessera sociale.
    In ogni caso il Socio dimissionario, radiato o espulso non ha diritto alla restituzione delle quote associative e/o contributi versati, nè vantare pretese sul patrimonio sociale.
    I soci, in regola con il pagamento della quota di Associazione, hanno diritto di partecipare all'Assemblea personalmente o facendosi rappresentare da altro socio purchè munito di delega
scritta e di usufruire di tutti i servizi gratuitamente offerti dall'Associazione.
   A copertura dei costi di particolari iniziative programmate e promosse dall'Associazione, potranno essere richieste quote di autofinanziamento straordinarie unicamente ai Soci interessati ad esse.
    Le quote versate dai Soci sono intrasmissibili e non sono soggette a rivalutazioni.
art.4 Organi dell'Associazione
Sono organi dell'Associazione:
1) l'Assemblea Generale dei soci,
2) il Consiglio Direttivo,
3) il Presidente,
4) il Vice-Presidente,
5) il Segretario,
   Gli organi restano in carica cinque anni ed i componenti sono rieleggibili.
 Le cariche e le attività sociali svolte dai Soci sono gratuite e non sono retribuite in alcun modo.

art. 5 L'Assemblea Generale dei Soci
L'Assemblea generale dei soci è l'organo sovrano dell'Associazione.
   Essa è presieduta dal Presidente, o in sua assenza dal Vice-Presidente, e in subordine, dal Socio più anziano di vita associativa (a parità di condizione,  prevarrà l'anzianità anagrafica).
   Viene convocata in seduta ordinaria dal Consiglio Direttivo almeno una volta all'anno, e in seduta straordinaria ogni volta che il Consiglio Direttivo ne ravvisi la necessità oppure su richiesta motivata di almeno la metà dei soci con diritto di voto.
    La convocazione dell'Assemblea viene effettuata dal Consiglio Direttivo in persona del Presidente mediante: sms, email, con indicazione specifica dell'ordine del giorno, del luogo di incontro, che può essere anche diverso dalla sede sociale, e dell'ora, almeno sette giorni prima della data fissata per l'adunanza.  
E' validamente costituita in prima convocazione se è presente la maggioranza degli aventi diritto, in seconda convocazione, almeno un ora dopo, qualunque sia il numero dei presenti.
   Le Delibere vengono prese a maggioranza dei presenti, salvo i casi in cui sono richieste maggioranze qualificate.
L'Assemblea Ordinaria dei Soci:
- a) discute ed approva il bilancio preventivo presentato dal Consiglio Direttivo sulle attività da svolgere;
- b) discute ed approva il bilancio consuntivo del Consiglio Direttivo sull'attività svolta;
- c) elegge i membri del Consiglio Direttivo;
- d) fissa gli indirizzi dell'attività dell'Associazione;
- e) provvede alle modifiche statutarie ed approva i regolamenti interni;
- f) delibera ogni altro argomento e questione previsti dall'ordine del giorno.
   Nelle assemblee ogni associato ha diritto ad un voto e può rappresentare, per delega scritta, un numero massimo di un socio con diritto di voto.
   Le votazioni possono avvenire per alzata di mano o, su richiesta, a scrutinio segreto.
   L'Assemblea Straordinaria dei Soci:
  1. delibera in merito alle variazioni statutarie ed allo scioglimento dell'Associazione.
Per la validità dell'Assemblea Straordinaria valgono gli stessi criteri adottati per l'Assemblea Ordinaria.
art. 6 Il Consiglio Direttivo
Il Consiglio Direttivo è composto minimo da tre membri: Presidente, Vice-Presidente e Segretario.
   L'Assemblea Generale dei Soci può decidere di aumentare o diminuire il numero dei componenti del Consiglio Direttivo in base al numero complessivo degli iscritti all'Associazione, garantendo sempre un numero dispari e assicurando comunque che in seno al Consiglio Direttivo i soci
fondatori siano adeguatamente rappresentati.
    Il Consiglio Direttivo dura in carica cinque anni ed i suoi membri sono rieleggibili.           
    Il Consiglio viene convocato dal Presidente almeno due volte l'anno, nonchè ogni volta che ne venga fatta motivata richiesta da almeno due terzi dei suoi componenti.
    La seduta del Consiglio è valida con la presenza di almeno la metà più uno dei suoi membri e delibera a maggioranza dei presenti.
    In caso di parità il voto del Presidente è da considerarsi prevalente. Di ogni riunione viene redatto apposito verbale, a cura del Segretario. Il Consiglio Direttivo elegge al suo interno un Presidente, un Vice Presidente, un Segretario, e fissa le responsabilità degli altri soci in ordine all'attività svolta dall'Associazione per il conseguimento dei propri fini statutari.
   Il Presidente, il Vicepresidente e il segretario compongono la Presidenza. Le funzioni dei membri del Consiglio Direttivo e del Segretario sono completamente gratuite; saranno rimborsate le sole spese vive documentate incontrate nell'espletamento dell'incarico.
art. 7 Funzioni del Consiglio Direttivo
 Il Consiglio Direttivo :                                                                                                                      
- a) elegge nel proprio ambito il Presidente e il Vice Presidente;                                                    
- b) nomina un Segretario
- c) elabora il programma delle attività dell'Associazione da sottoporre al parere ed all'approvazione dell'Assemblea Generale dei Soci;
- d) amministra il fondo sociale.
- e) delibera sulle decisioni urgenti assunte dal Presidente;
- f) convoca l'Assemblea, presentando annualmente alla stessa i bilanci ed una relazione dell'attività svolta;
- g) stabilisce i criteri di determinazione delle quote annue di associazione; delibera sulla ammissione od esclusione dei soci.
- h) Il Consiglio non può prendere decisioni che siano in contrasto con la volontà dei soci. A parte nel caso di misure disciplinari, un'azione del Consiglio può essere abrogata o emendata con il voto dei due terzi (2/3) dei soci presenti e votanti, sempre che i soci siano stati avvisati con almeno quattordici (14) giorni d'anticipo.
- i) Qualora i componenti del Consiglio direttivo si vengano a trovare in conflitto di interessi rispetto ad una deliberazione, dovranno immediatamente farlo presente e si asterranno dal voto su detta delibera
art. 8 Il Presidente
  •  Il Presidente è il legale rappresentante dell'Associazione. A lui spetta la firma e la rappresentanza di fronte a terzi e in giudizio, resta in carica cinque anni ed è rieleggibile. Assume le iniziative necessarie per la realizzazione del programma definito dal Consiglio Direttivo e dell'Assemblea dei Soci, nonchè le iniziative autonome che in casi di urgenza si rivelassero necessarie. Di queste ultime iniziative verranno immediatamente informati gli altri membri del Consiglio Direttivo, cui spetta, nella prima riunione successiva, la valutazione e la ratifica.
      Il Presidente presiede il Consiglio Direttivo e l'Assemblea dei Soci. In caso di assenza od impedimento del Presidente, la rappresentanza e la firma spettano al Vice Presidente.
  • art.9 Il Vice Presidente                                                                                                          
  • Il Vice Presidente sostituisce il Presidente nel caso in cui questi sia temporaneamente impedito a svolgere le sue funzioni; nell'espletamento di tale incarico svolge tutte le funzioni proprie del Presidente.
  • art. 10 Il Segretario                                                                                             
  • Il Segretario è nominato dal Consiglio Direttivo, è responsabile:                                      
  • - della redazione dei verbali dell'Assemblea dei Soci e del Consiglio Direttivo;
    - della tenuta del registro dei soci;   
- della compilazione della rendicontazione degli eventi;
- dell’acquisizione delle quote sociali, che dopo la trascrizione nel libro soci consegnerà al presidente;
art. 11 Quota Associativa Annuale
  La quota associativa annuale è fissata, per il primo anno, nella misura di €. 50,00 (cinquanta) e sarà in seguito determinata dal Consiglio Direttivo.
art.12 Rimborsi Spese Attività dei Soci
   Per i Soci che si impegnano a prestare la loro opera a fini educativi, promozionali e tecnici nell'ambito dell'oggetto sociale, sono previsti compensi, rimborsi spese, gettoni di presenza e borse di studio, assegnati dal Consiglio Direttivo o, per delega dello stesso, dal Presidente, su cui saranno praticate le ritenute di legge.
 art.13 Il Patrimonio
 Il patrimonio dell'Associazione, indivisibile, è costituito:
- dalle quote associative annuali;
 - dai contributi dello Stato e degli Enti Pubblici e Privati;
- rimborsi derivanti da convenzioni e/o servizi destinati ai Soci;
- proventi derivanti da prestazioni marginali commerciali rese a terzi;
- dai beni immobili e mobili acquistati o pervenuti a qualsiasi titolo;
- da eventuali contribuzioni straordinarie, donazioni o lasciti, provenienti anche da non soci;
- da diritti di utilizzazione artistica e musicale relativi a produzioni stampate, audio e video;
- da tutto quant' altro, ancorchè qui non espressamente specificato, entri nella disponibilità dell'Associazione.
   L'Associazione può acquistare, vendere, permutare beni mobili ed immobili, atte a migliorare il conseguimento  dei fini statutari, può dotarsi di strutture e mezzi tecnici necessari a promuovere l'attività dei Soci.
   In via accessoria, ausiliaria, secondaria e comunque marginale può svolgere le seguenti attività commerciali:
- prestazioni di servizi rese a Enti Pubblici o Privati,
- partecipazioni di Soci a manifestazioni o iniziative promosse da Enti Pubblici o da Privati.
   L'Associazione può accettare sponsorizzazioni, richiedere finanziamenti, nel limite massimo stabilito da apposita delibera assembleare, aderire a Consorzi tra Enti e Associazioni mantenendo la piena autonomia decisionale ed organizzativa, può ricorrere ad abbinamenti pubblicitari per il sostegno finanziario delle finalità statutarie e per la copertura dei costi della realizzazione di iniziative istituzionali.
Eventuali utili conseguiti da servizi o prestazioni rese dai Soci, non possono in alcun modo generare dividendo tra gli stessi, ma dovranno essere utilizzati per il raggiungimento delle finalità sociali.
  L'Associazione, ai fini fiscali deve considerarsi ente non commerciale.
art. 14 Esercizio Sociale e Finanziario
   L'esercizio sociale e finanziario coincide con l'anno solare e va dal primo gennaio al trentuno dicembre di ogni anno.
   Il rendiconto economico deve informare circa la situazione economica e finanziaria dell'Associazione, con separata indicazione dell'attività commerciale eventualmente posta in essere accanto alle attività istituzionali.
   Entro 15 giorni prima dell'approvazione, il bilancio sarà depositato presso la sede sociale per poter essere consultato dai soci ordinari.
    Il bilancio consuntivo, redatto dal Consiglio Direttivo, dovrà essere approvato entro il 30 giugno dell'anno successivo all'esercizio finanziario.
art. 15 Regolamento Interno
   Per quanto non previsto dal presente Statuto, qualora se ne ravvisi la necessità, potrà essere redatto un regolamento interno a cura del Consiglio Direttivo previo ratifica dell'Assemblea generale dei Soci.
art. 16 Scioglimento dell'Associazione
   La decisione di scioglimento dell'Associazione potrà essere presa dalla maggioranza di almeno due terzi dei soci presenti ad una apposita Assemblea Straordinaria dei Soci, che sarà valida se avrà la partecipazione di almeno i tre quarti dei soci.
   L'Assemblea determinerà le modalità della liquidazione, procedendo  alla nomina di un  liquidatore, scegliendolo fra i soci e determinandone i poteri.
    In caso di scioglimento, il patrimonio residuo, dedotte le passività, verrà devoluto ad utilità generale.
art.17 Disposizioni Finali
Il presente Statuto strutturato in tre parti per complessivi 17 articoli è integralmente accettato dai Soci, unitamente ai regolamenti e alle deliberazioni che saranno integralmente rispettate.
   Per quanto non compreso nel presente Statuto valgono le norme del Codice Civile e le disposizioni di legge vigenti in materia.
5) Le norme del presente Statuto non possono essere in contrasto con le leggi vigenti nella Repubblica Italiana.
Webmaster: Giuseppe Cultrera - aggiornamento 12 - 06 - 2022
Torna ai contenuti