Archivio attività 2016 - Nuovo Progetto

Vai ai contenuti

Menu principale:

Archivio attività 2016

Sabato 1 ottobre 2016 alle ore 10.00 presso la biblioteca dell'Istituto Superiore F. Insolera a Siracusa, si è tenuta la seconda conferenza facente parte del 'Focus-Siracusa: Democrazia e Partecipazione', intitolata 'Siracusa e le politiche sportive, aspetti positivi e criticità'.
Ha aperto la conferenza, con una introduzione, Sergio Pillitteri, Presidente dell'associazione culturale 'Dueppiù per la città che vorrei' e promotore di questa iniziativa, illustrando brevemente quali sarebbero stati i temi della giornata. Poi ha presentato i relatori: Liddo Schiavo, Delegato del Coni per la Provincia di Siracusa, Responsabile Nazionale del settore cultura dell'A.I.C.S. E Presidente Provinciale del PD; e Lino Giudice, Delegato F.I.B. (Federazione Italiana Bocce) per le zone di Catania, Siracusa e Ragusa e Presidente del settore bocce dell'A.S.D. di Floridia.
Per primo ha preso la parola Liddo Schiavo che ha parlato del Coni, spiegando la sua importanza, in quanto ente di diritto pubblico,nel promuovere lo sport sia a livello agonistico sia dilettantistico. Poi in particolare, il relatore ha focalizzato il primato della Regione Siciliana, regione a statuto speciale, quando alla fine degli anni '70 promosse la legge 8/78 a sostegno delle attività sportive, finanziando con risorse pubbliche la costruzione o l'ammodernamento di impianti sportivi, incrementando così l'attività sportiva in Sicilia. Infatti, questa legge diede ampio respiro allo sport, in un territorio che fino ad allora si era avvalso solo di sporadici finanziamenti da parte di qualche privato facoltoso, anche perchè lo stato di arretramento economico della regione impediva che aziende finanziassero attività sportive, come invece avveniva nel Nord Italia, dove imprese e aziende locali sponsorizzavano squadre che poi si distinsero nei campionati nazionali e internazionali. Prima di questa legge, a Siracusa le uniche strutture sportive erano il Palazzetto dello Sport (la Cittadella) e il Campo-scuola 'Pippo di Natale'. Con il contributo pubblico, garantito dalla legge 8/78, le federazioni sportive formarono atleti che molte volte salirono sul podio nazionale e olimpico dando grande lustro alla nostra città. Purtroppo, con il sopraggiungere della crisi economica, negli ultimi decenni il finanziamento regionale allo sport è stato ridotto dell' 85% con la conseguente chiusura di centri sportivi e la riduzione delle attività sportive. In conclusione, Liddo Schiavo propone la formazione di un consorzio che metta insieme capitale pubblico e privato a favore dello sport, considerato non solo dal punto di vista agonistico, ma inteso principalmente come modello di vita da seguire, per i suoi benefici salutari, sociali e morali.
Il secondo intervento è stato quello di Lino Giudice, il quale ha raccontato della sua esperienza di atleta di uno sport, le bocce, che viene considerato minore perché esso è erroneamente ritenuto uno sport sedentario, praticato prevalentemente da persone anziane. Al contrario, Lino Giudice ribadisce che lo sport delle bocce impegna un grande sforzo fisico ed anche mentale. A dimostrazione di ciò, il nostro relatore ha mostrato un filmato in cui il pluricampione mondiale Emiliano Benedetti si vedeva impegnato a disputare una finale di un torneo mondiale, che poi ha vinto. Poi, Lino Giudice ha proseguito parlando delle difficoltà che ha avuto per coltivare il suo sport, in quanto a Siracusa non esiste un bocciodromo comunale. Quindi è stato costretto trasferire a Catania dove ha conseguito ottimi risultati agonistici a livello regionale e nazionale. A conclusione, il nostro atleta ha invitato i giovani ad accostarsi a questo sport interessante e, in generale, li ha incitati a fare attività sportiva in generale, sottolineando il fatto che lo sport migliora la nostra salute, aiuta a socializzare e trasmette un atteggiamento positivo verso il mondo e sé stessi.
_____________________________________________________________________________________________________________________
Sabato 24 Settembre alle ore 10.00 presso la Biblioteca dell'Istituto Tecnico Superiore F. Insolera sito a Siracusa in via Modica 66, nell'ambito del FOCUS - Siracusa: Democrazia e Partecipazione, si è tenuta la prima conferenza avente per oggetto "Siracusa, Pantalica, Noto, Patrimonio dell'UNESCO". L'introduzione è stata affidata al Dott. Sergio Pillitteri, presidente dall'associazione culturale "Dueppiù Per la città che vorrei", che ha promosso questo ciclo d'incontri con la piena sinergia dell'Istituto F. Insolera di Siracusa e con il patrocinio dell'Assessorato Regionale Pubblica Istruzione, Formazione Professionale ed Università, il quale, dopo aver ringraziato i numerosi presenti e presentato i relatori, ha dato qualche anticipazione riguardo lo svolgimento dell'incontro. Ha preso, quindi, la parola il Prof. Giancarlo Germanà, docente di Storia dell'Arte antica e medievale presso l'Accademia di Belle Arti di Napoli, il quale ha ricordato quanto importante sia la presenza di Siracusa, Pantalica e Noto tra i siti dell'UNESCO. Il loro inserimento nella lista delle città Patrimonio dell'umanità non è, però, un'investitura a vita ma bisogna meritare di restarci offrendo sempre più servizi con un buon rapporto qualità-prezzo. D'altronde i luoghi da visitare in queste 3 macro aree sono moltissimi: il Teatro Greco, l'Anfiteatro Romano, le Latomie, la Catacombe, il Tempio di Apollo, la Cattedrale, Piazza Duomo, gli ipogei, i Castelli Eurialo e Maniace, la Necropoli di Pantalica con le caratteristiche tombe a camera scavate nei pendii rocciosi, il Barocco di Noto, la Villa del Tellaro, e moltissimi altri ancora. Le potenzialità sono enormi e si potrebbero creare molte opportunità di lavoro per i giovani delle generazioni attuali e future. A seguire l'intervento di Antonino Uccello, vicepresidente E.F.S. il quale ha esposto le peculiarità del parco di Pantalica e delle Riserve della Valle dell'Anapo ,di Vendicari, di Cavagrande, non solo per la vastità delle aree, ma soprattutto per le diversità biologiche presenti, alcune di esse rare come la trota macrostigma o il picchio rosso maggiore. L'idea è di far fruire questi luoghi a 360° con il potenziamento dei servizi, con l'acquisto di pulmini e bici elettriche per favorire gli spostamenti e rendere più agevole la fruizione, con il miglioramento della segnaletica, con la creazione di altri musei tematici. In conclusione il ringraziamento del Dott. Pillitteri per la riuscita dell'evento e l'invito ai prossimi incontri che si terranno tra il 2016 e il 2017 nei quali a confrontarsi saranno sempre personalità, istituzioni, professionisti, studenti che metteranno a fuoco il nostro territorio. 
_______________________________________________________________________________________________________________________________________________________
 


27 
MAGGIO 
2016

DECORO DAY

PIAZZA SCAMPORRINO SIRACUSA
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu